Torta di Padre Pio

La torta di Padre Pio è un dolce antico, che è passato di casa in casa. Complice il nome accattivante, il procedimento lungo ma semplicissimo e la curiosità. Si tratta di una torta semplice ma, oserei dire, divina. Alta, profumata e delicatissima, ricca e deliziosa. La preparazione avviene a partire da uno starter, che chiamerò Herman, un bicchiere di lievito madre che verrà poi rinfrescato di tanto in tanto. Se il titolo vi spaventa, vi rassicuro immediatamente: può sembrare complicato per la lunghezza o gli ingredienti. In realtà, una volta capito il meccanismo è una sciocchezza! Herman mi è arrivato nelle mani per caso ma da qualche mese mi tiene compagnia in cucina e mi regala, ogni due settimane, una torta da leccarsi i baffi. Quella che vi lascio oggi è la ricetta originale, arricchita con noci e mele. Nel corso del tempo, ad ogni modo, ho avuto modo di sperimentarne nuove versioni che spero di pubblicare al breve insieme a un'apposita guida per rinfrescare Herman. Restate sintonizzati! Un bacino e buona giornata!



Ingredienti:
1 bicchiere di impasto regalato o autoprodotto *(che, per comodità, chiamerò Herman)

1 bicchiere di zucchero
1 bicchiere di farina

1 bicchiere di zucchero
1 bicchiere di farina
1 bicchiere di latte

2 bicchieri di farina
1 bicchiere di zucchero
1 bicchiere di latte
1 bicchiere di olio di semi
2 uova
100 gr di noci
1 mela
1 bustina di vanillina
1 bustina di lievito
1 pizzico di sale
scorza di arancia

Procedimento:
Questo è Herman, regalato o auto prodotto.


Primo giorno:
Mettere Herman in una ciotola di ceramica o di vetro.


Aggiungere 1 bicchiere di zucchero e 1 di farina (non mescolare).


Secondo giorno:
Mescolare con un cucchiaio di legno e coprire con carta stagnola.


Terzo giorno:
Non toccare.


Quarto giorno:
Non toccare.


Quinto giorno:


Aggiungere 1 bicchiere di zucchero.


1 di farina e 1 di latte (non mescolare).


Sesto giorno:
Mescolare con un cucchiaio di legno.


Coprire.


Settimo, ottavo e nono giorno:
Lasciar riposare.


Decimo giorno:
Togliere 3 bicchieri di impasto e consegnarli ad amici entro lunedì insieme ad una fotocopia della ricetta.


Aggiungervi 2 bicchieri di farina.


Mescolare, unirvene 1 di zucchero.


Mescolare nuovamente.


Versarvi il latte.


Amalgamare bene.


Versarvi l'olio di semi e le uova.


Completare con la scorza di arancia, il lievito e la vanillina.


Mescolare.


Aggiungervi le noci tritare. Io ho scelto di usare 50 gr di noci e 50 di mandorle.


Fare lo stesso con una mela sbucciata e ridotta a cubetti.


Amalgamare bene.


Quindi versare l'impasto in una tortiera.


Cuocere in forno a 180° per 40 minuti.


Lasciar raffreddare, completare con zucchero a velo e servire.


Ecco pronta la torta di Padre Pio!


6 commenti:

  1. Mi piace sempre scoprire queste ricette della tradizione..vorrei tanto anche poter fare l'assaggio :-P
    Buona domenica cara e a presto :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Consu: Te ne invio una fetta virtuale!!!! :k

      Elimina
  2. SEMBRA OTTIMA BRAVA!!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
  3. Caspita come è goloso :) E devo dire poi che ancora non ho avuto il coraggio di cimentarmi in questo benedetto lievito madre....devo decidermi! guarda qui che risultato :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Luna: Ti garantisco che è ottima!

      Elimina

Se il post ti è stato utile o se vuoi semplicemente lasciare un segno del tuo passaggio, lascia un commento!

Google+

Total Pageviews

Translate